Donne, arte e società

Donne, arte e società


“Per la maggior parte della storia, Anonimo era una donna”. Così scriveva Virginia Woolf e la storia vista dalla parte delle donne è sempre stata taciuta, nascosta, proibita. Non potevano recitare né scrivere, quando dipingevano era sempre all’ombra di un maestro, tanto che ci vorrà uno stupro, quello subito da Artemisia Gentileschi per poter venire allo scoperto. Questo corso analizza, con l’ausilio di filmati e scritti, il rapporto delle donne con l’arte- intesa nel suo senso più ampio, dalla pittura, alla letteratura, al cinema- partendo dalla proibizione alla conquista di una voce. Lo farà attraverso dodici storie cardine, dodici momenti di passaggio e scoperta.

1. Uno stupro per entrare in scena (Artemisia Gentileschi ma anche la Tintoretta e Sofonisba)
2. Una stanza tutta per sé (Virginia Woolf)
3. Essere l’altro ( Jeanne Hébuterne e Modigliani) e le modelle (Susan Valadon e le altre)
4. Un Nobel dimenticato (Grazia Deledda)
5. Le cattive ragazze (Tamara De Lempicka)
6. Il coraggio di essere diverse (Frida Kahlo)
7. Le voci di dentro (Natalia Ginzburg e le altre scrittrici italiane)
8. Il corpo parla (Marina Abramovich)
9. La bellezza punita (Marylin Monroe)
10.Guerriglia girl, protesta e riscosse
11. La street art (Alice Pasquini, Tina Loiodice e le altre)

COSTI E CALENDARIO: il costo del corso è di 305 euro (250 + IVA). La formazione è di 2 ore settimanali per 12 settimane, ossia 24 ore totali.

INIZIO CORSO: 1 ottobre 2020. ISCRIZIONI SEMPRE APERTE

LA DOCENTE

 

Carla Cucchiarelli

Vive e lavora a Roma. È vicecaporedattrice del telegiornale regionale del Lazio della Rai (Tgr) e si occupa da sempre di tematiche femminili e di arte. Tra le sue pubblicazioni: “Perché le mamme soffrono. Storie vissute nell’universo Salvamamme” scritto a quattro mani con Maria Grazia Passeri e Vincenzo Mastronardi (Armando editore); “Il telefono rosa. Una storia lunga trent’anni” (Castelvecchi editore), ma anche “Quello che i muri dicono. Guida ragionata alla street art della capitale”, “Così parlò la Gioconda” e “Quella notte a Roma. Biografia di Luigi Di Sarro” (tutti con Iacobelli editore). Si è laureata in Scienze Politiche con una tesi sul Cif, Centro Italiano Femminile negli anni della Ricostruzione. Ha studiato Counseling generazionale all’Università Popolare Giordano Bruno. Ha una figlia e due gatte.

 

I commenti sono chiusi